Non sono impazzita. Si può davvero lavorare meno, meglio e raggiungendo lo stesso gli obiettivi? Perché no? La produttività la si può allenare.

Telefonate, messaggi WhatsApp, video call, email infinite, piccioni viaggiatori e chi più ne ha più ne metta. Arrivi a fine giornata perché sei stremata, e diciamocela tutta, la tecnologia è croce e delizia di questo progresso. Io senza tutti i miei dispositivi tecnologici morirei, ma mi fanno anche “morire”. Certe sere spengo tutto e non voglio saperne più perché siamo veramente sovraccariche di troppe informazioni e input. Ne ho parlato in un recente articolo sul digital detox.

Le aziende sperimentano: copiamo

Ci sono aziende che sperimentano e adottano per esempio la flessibilità oraria ai propri dipendenti in un’ottica del raggiungimento dell’obiettivo finale. Interessante esperimento è quello svolto in Nuova Zelanda, ti invito a leggerlo qui, dove è stata ridotta la settimana lavorativa da 5 a 4 giorni e i risultati hanno mostrato il mantenimento delle performance, un aumento della produttività del 20%

Ma noi libere professioniste, come possiamo ottimizzare il proprio lavoro, lavorare meno e meglio? Ti dico subito che non ho la ricetta segreta, ma ti invito a leggere tutto perché sicuramente posso darti degli spunti su cui puoi lavorare, come sto facendo io.

Pareto: 80/20

Ne avrai sicuramente sentito parlare del principio di Pareto. Se ne vuoi una versione leggera ma efficace guarda il video di Marco Montemagno, rende l’idea in 2 minuti.

Per applicarlo dovresti importi di concentrarti su attività essenziali che hanno un grande ritorno economico, così sarai più produttiva. Fatti queste domande:

  • quali attività sono una perdita di tempo?
  • quali attività mi avvicinano di più all’obiettivo?
  • cosa posso delegare?

Scegli il 20% delle tue attività che produce l’80% dei risultati e delega il resto o eliminalo se non ti occorre per il tuo business. Sicuramente in questo ti possono essere d’aiuto le liste: per essere una lista di successo, ossia che finirai con successo intendo, entro la giornata, essa deve essere breve!

Less is more Ludwig Mies van der Rohe

Puntare all’essenziale

Se non puoi delegare le tue attività o non è il momento, ricordati di puntare all’essenziale. Fare le cose più importanti, le priorità, e non farti tentare da attività che magari ti piacciono perché leggere ma che al momento non servono per raggiungere il tuo obiettivo. E per fare questo usa la tecnologia, ma quella giusta.

Fare troppo è il rischio di fare male: no al multitasking, scegliere cosa realmente riusciamo a fare e bene, tutto il resto “via”.

Lavora solo su obiettivi misurabili e concreti: cosa vuoi raggiungere entro fine anno? Aumento clienti? Bene: numeri, data scadenza.

Fai spazio: ti servono tutte quelle cartelle sul desktop? Perché sulla scrivania hai le fatture di 3 anni fa, cosa ci devi fare?

Poni dei limiti ai tuoi clienti e collaboratori: dobbiamo comunicare con un cliente? Scegliamo uno o al massimo 2 strumenti. Es. “non mi mandare la stessa comunicazione e a pezzi via email, poi su Fb, poi su Whatsapp, ma te lo scrivo anche in Trello“. Non serve.

Anche qui ti dico: less is more.

Saper scegliere e con coraggio

Scegliere cosa fare e cosa NON fare implica delle scelte e di coraggio. Il nostro business è il nostro figlio, e spesso riteniamo tutto estremamente importante. Ma se non scegliamo con coraggio, eliminando degli aspetti, rischiamo che siano gli eventi a dover scegliere per noi. E questo non va bene.

  • Non lasciare che sia la tua agenda a dirti cosa fare.
  • Non trovarti con l’acqua alla gola.
  • Dii di no a proposte infattibili.
  • Fai meno riunioni inutili.
  • Usa bene la tecnologia ma usala meno.
  • Scegli degli orari di lavoro e non farti sopraffare.
  • Sii disciplinata con gli impegni ma non rigida.
  • Creati delle abitudini.
  • Scegli le aree del tuo business più redditizie.
  • Concentrati sull’obiettivo finale, scegliendo i TUOI tempi.

Ti potrà sembrare un elenco di imperativi troppo rigidi, prendili alla leggera invece e pensaci su.

Ultimi consigli

Questo è un tema in divenire, sono sempre alla ricerca di spunti interessanti, perché credo fermamente che con la giusta visione globale e disciplina possiamo raggiungere tutti i nostri obiettivi. Se ti va di leggere il post sul metodo Gtd e le sue fasi, puoi trovarlo qui, è uno dei più letti.

Riguardo alle abitudini, ricevo ogni settimana nella mia casella di posta da Ponstanly weekely, consigli e i migliori post sui cambiamenti di comportamento che riguardano salute, ricchezza e produttività (è in inglese).

Nel mio blog c’è un’intera area riservata alla produttività, se vuoi seguirmi e non perderti i prossimi post, ti invito ad iscriverti alla mia newsletter mensile, ricca di consigli e pdf scaricabili utili al lavoro online e non.

Pin It on Pinterest

Share This