Seleziona una pagina

Belle presentazioni con power point

Ho un brutto ricordo legato a Power Point. Durante la discussione della mia tesi di laurea nel lontano 2007, tesissima e ansiosa al 1000%, ebbi un problemino nel far scorrere le slide. Per farla breve, io parlavo ma le avevo mandate avanti di 2 o 3 pagine, pertanto il contenuto non corrispondeva a quello che dicevo. Panico totale. Andai a braccio, ma purtroppo ricorderò sempre con un certo magone quell’episodio e ogni volta che vedo presentazioni fatte con Power Point rabbrividisco. Un po per l’episodio personale, un po perché effettivamente Power Point è abbastanza obsoleto, visto che ci sono tantissimi altri strumenti più efficaci per creare delle belle presentazioni. Ad oggi non lo uso più!

Le slide di google

Quelle di google forse sono le più conosciute e semplici da usare. Basta entrare sul proprio account Gmail, andare nel drive di google e da li creare facilmente le slide in pochi minuti. E’ secondo me una soluzione semplice e veloce, che non richiede grandi abilità. Può essere utile per delle slide che non richiedono grandi creatività. Ma per essere originali e non rischiare di avere slide uguali ad altri, ecco 7 alternative per te.

7 strumenti creativi per slide “Wow”

Ognuno degli strumenti che ti indicherò qui, credo sia corretto utilizzarlo a seconda del business che hai. Ti possono essere d’aiuto se vuoi creare delle slide “Wow”, a grande impatto, ma ricordiamoci sempre alcune regole fondamentali che ti dirò dopo. Alcuni di questi strumenti sono a pagamento.

Con questo strumento, le immagini di sfondo che fanno da file rouge in tutte le presentazioni.

Con Prezi hai presentazioni dinamiche, tridimensionali, con effetti di transizione davvero belli.

Se usi Linkedin, conoscerai già questo strumento, dove trovare migliaia di presentazioni da cui prendere ispirazione. Alcune di esse sono scaricabili solo in pdf, mentre altre possono essere scaricate in formato .ppt cosi poi da poterle modificare.

Interessante per il mondo delle presentazioni animate, dove abbiamo la mano che disegna in diretta i personaggi o le scritte preventivamente definite.

Produttori di veri e propri cartoni animati. Qui vi è perfino la possibilità di modificare le espressioni dei personaggi, i vestiti e le situazioni ambientali.

  • KeyNote

Per chi ha Apple esiste KeyNote. Si può partire da un template tra quelli proposti di default dai rispettivi programmi, oppure acquistare template nuovi avanzati.

Con questo strumento si può creare uno storytelling efficace, con personaggi animati sullo stile cartoon. Creativo e divertente.

7 regole per presentazioni efficaci

Ti sintetizzo alcune delle principali regole per creare delle presentazioni efficaci. Qui c’è un’info grafica che puoi salvare, magari ti può aiutare la prossima volta che devi prepararti delle slide.

presentazioni power point infografica

  1. Definisci l‘obiettivo, a cosa ti serve la presentazione: stai preparando una presentazione, devi parlare in pubblico? Devi inviare delle slide ai tuoi colleghi o clienti? Devi riportare i dati di una ricerca? Una volta definito il tuo pubblico, definisci come vuoi presentarle;
  2. fai una mappa con post-it: scrivi prima su un blocco o quaderno, tutto quello che intendi comunicare, e prova a fare una story board, attaccando tutti i post-it, per vedere a vista d’occhio nell’insieme come è la comunicazione del contenuto. Puoi cominciare a fare una prova se il tuo discorso fila;
  3. usa i software e prepara le slide: ora che grosso modo hai controllato se hai inserito tutti i concetti, scegli il software/lo strumento che preferisci, tra quelli magari che ti ho indicato sopra. Se vuoi essere originale, cerca di creare un template con un format particolare, scegliendo non più di 3 colori e 3 font, che devono essere uguali per tutte le slide;
  4. immagini coerenti e originali: lasciati ispirare da immagini originali, creative, magari dai un’occhiata a Pinterest. Quando puoi sostituire il testo con un’immagine, fallo! Attenzione alla coerenza dei colori dell’immagine;
  5. usa i numeri se servono e poco testo: se devi fare una presentazione su una ricerca scientifica, che prevede tanti numeri, usali. Inutile scrivere testo che non leggerà nessuno, in questo caso i numeri sono importantissimi;
  6. formato scaricabile: se la tua presentazione un giorno dovrà essere inviata via email per esempio, crea un formato scaricabile, soprattutto per aggiungere link cliccabili per approfondimenti. Utile anche per renderle stampabili;
  7. ricontrolla tutto e prova: quando hai finito rileggi il tutto dopo un paio di giorni almeno, cosi che la tua mente sarà libera e potrai vedere errori che ti possono esser sfuggiti. Controlla: colori, font, allineamenti, immagini, numerazione delle pagine.

Prova le slide e il tuo discorso

L’ultima non è una regola, ma un’esercitazione. Prova la presentazione diverse volte, vedrai che non dimenticherai il tuo discorso anche se non hai riportato fedelmente i punti su ogni slide.

Se parli spesso in pubblico, sono sicura che avrai pensato a fare un corso di public speaking.

Se creare slide ti porta via troppo tempo, ricorda che è una delle attività che puoi delegare ad un’assistente virtuale.

Tu quale strumento usi per le tue slide wow?

Pin It on Pinterest