Seleziona una pagina

Oggi con la tecnologia che avanza, internet veloce e i motori di ricerca si possono trovare informazioni di ogni tipo su qualsiasi argomento. Spesso capita di dover fare delle ricerche online per piacere o per lavoro, e ci troviamo a passare delle ore sulla tastiera senza rendercene conto. Dato che il tempo è denaro, è importante sfruttare alcune dritte e trucchetti, per fare delle ricerche super veloci e non perdere tempo prezioso, su Google. Io preferisco questo motore ad altri, che ha compiuto 20 anni ed è quello più utilizzato al mondo, come viene spiegato in questo articolo de Il Fatto Quotidiano. Ti indicherò qui di seguito dei metodi per snellire le ricerche che utilizzo io quando delle clienti mi chiedono di fare loro delle ricerche per una pubblicazione o per un libro, visto che effettuare ricerche è uno dei servizi che offro. Alcuni sicuramente li conoscerai già, altri no. L’importante è cercare di farli propri, con l’esercizio e la costanza, e vedrai che diventerà tutto automatico e veloce.  

La ricerca in google avanzata 

1 – Usa i pulsanti 

Nella parte superiore di ogni ricerca ci sono diversi pulsanti: web, immagini, notizie, ecc. Banale? Ti assicuro che molti non lo fanno. Usali per definire che tipo di ricerca vuoi fare.  Ti consiglio se stai cercando delle immagini per il tuo prossimo articolo, non prendere le immagini che ti escono dalla ricerca google, non puoi sapere se sono senza licenza. Piuttosto dai un’occhiata qui al mio articolo, dove ti suggerisco i siti per scaricare immagini senza copyright.

2- Utilizza le virgolette 

Se cerchi qualcosa di specifico, devi usare le virgolette per fare una ricerca corretta, per dire a Google che vuoi cercare una frase specifica. 

Esempio digiti: “quel ramo del lago di como”, perché hai un terribile vuoto di memoria e non ricordi di chi fosse questa frase. Google ti darà il risultato esatto, l’incipit  dei Promessi Sposi. 

3 – Usa il simbolo “meno” per escludere parole 

 Quando cerchi una parola che ha un doppio significato, digita la parola accompagnata dal tasto “-“ per comunicare a Google che non vuoi un contenuto o una parola che vuoi escludere.  Esempio: pizza-lievito. Usciranno ricette per fare la pizza senza l’utilizzo del lievito.

4 – I due punti per cercare siti specifici 

Cerchi un articolo specifico pubblicato su un sito? Devi usare i due punti. Se per esempio vuoi cercare informazioni sulla cantante Madonna, ma solo se pubblicate sulla rivista Elle devi scrivere: 

Madonna:elle.com 

 5.- Trovare una pagina che linka ad altre pagine 

Se vuoi vedere chi ha citato un articolo del tuo blog sul suo sito web, scrivi: 

link: mysite.com 

 6.- Usa l’asterisco* 

Quando usi l’asterisco in un termine di ricerca di Google lasci un segno di posizione che il motore può riempire dopo. Esempio: se non conosci tutto il testo di una poesia e ti manca una parola usa l’asterisco al posto della parola che non ricordi.  

7 – Trova siti web simili a altri siti 

Cechi un sito che vende prodotti online come Ebay ma non lui?

Scrivi: related:ebay.it 

Applicalo magari a settori di tuo interesse e troverai siti simili a quelli che ti piacciono.

8 – Fai i conti con la calcolatrice

Si, Google può fungere anche come calcolatrice, non ti farà conti scientifici, ma se sei nella barra e devi fare un calcolo al volo, digita l’operazione e avrai il risultato. Per esempio prova: 9*4+53 . 

9 – Cerca in un periodo di tempo preciso 

 Clicca su Strumenti>Data e limita il periodo di tempo che ti interessa. 

10 – Cerchi un file? 

Google indicizza anche i files in rete, che puoi cercare scrivendo: 

filetype” alla fine della ricerca, oppure “report filetype: pdf” o“report filetype: xlsx”a seconda del tipo di file che cerchi, se pdf o di calcolo. 

11 – Ricerche semplici 

 A volte non occorre troppo specifici se cerchiamo una cosa semplice, per esempio negozio di scarpe da donna a Milano. Google rileverà la tua posizione e ti suggerirà offrirà molti risultati specifici. 

 12 –  Aggiungi termini per cercare meglio 

Se non trovi ciò che cerchi, parti come ho detto prima da una ricerca semplice, e aggiungi man mano i termini più specifici. 

  •  Prima ricerca: negozi scarpe donna Milano; 
  • Seconda ricerca: negozi scarpe donna Milano aperti; 
  • Terza ricerca: negozi scarpe donna Milano aperti corso Buenos Aires. 

 

13 – Cerca definizioni 

 Cerchi la definizione di una parola in particolare?

Scrivi: definire PNL” e avrai la definizione come quella del dizionario. 

 14 – L’ortografia? 

Anche se dovremmo saper scrivere bene, a volte può capitare che cerchiamo una parola e non sappiamo come si scrive. Fortunatamente Google lo sa, e ci suggerisce il termine esatto. Prevede quello che stiamo cercando, utile soprattutto per le parole straniere. 

 15 – Google traduce 

 Se scrivi: tradurre “assistente virtuale”, Google lo fa subito senza entrare nel traduttore. 

 16 – La ricerca avanzata  

 A volte per ricerche scientifiche o accademiche, può succedere che i trucchi sopra riportati non bastino, e quindi bisogna utilizzare parametri aggiuntivi. Il link per la ricerca avanzata dalla barra.

 17 – L’uso dei sinonimi

La lingua italiana è ricca di sinonimi e questo ci ritorna utile per le ricerche online.  Esempio: utilizzare il simbolo “~” nella ricerca. Digitando nel campo di ricerca “cibo~vegetariano“, ci apparirà una lista di siti che si occupano dei principi nutritivi dei cibi vegetariani. 

 18 – L’uso di un lasso di tempo 

 Se volessimo cercare un elenco di cantanti italiani dal 1950 al 2010, la ricerca da effettuare sarà così impostata: sarà sufficiente inserire 3 puntini tra le date che hanno segnato inizio e fine di quegli eventi. 

 19 – Un oggetto ad un certo prezzo 

Vuoi trovare un cellulare trai 200 e i 300 euro: scrivi il prodotto che cerchi e poi separa il prezzo più basso dal massimo che sei disposto a pagare con due puntini di sospensione (..) .  

Esempio: “Cellulare samsung €200..€300 euro”

 20 – Imposta un timer per una pausa 

Hai lo smartphone lontano, perché per non procrastinare lo hai messo in un’altra stanza? Brava. Ora però vuoi fare una pausa e ti serve un timer? No, no quello della cucina. Fai così. 

Scrivi “set timer for” sulla barra e lì apparirà un timer Google come primo risultato. Ora inserisci il tempo della tua pausa e avvia il timer, quando il tempo finisce, Google suonerà e dovrai aver bevuto il tuo caffè e tornerai a lavorare. Sono strumenti utili per la produttività.

Un trucco divertente 

Questo non ha a che fare con le ricerche veloci, ma lo trovo divertente, soprattutto da inviare ad un’amica non pratica di computer, che andrà subito nel panico. 

Ditele di digitare sulla barra: 

“do a barrel roll” e cliccate invio. Buon divertimento. 

Se vuoi sapere altre dritte sulla produttività in ufficio iscriviti alla mia newsletter o seguimi sulla mia pagina FB, per restare aggiornata! 

Pin It on Pinterest

Share This